Gildo Angelo Carabelli
Arti visive Musica Antiquariato Storia

Un precedente importante

Un precedente importante

L' 8 settembre 1893, nella cittadina argentina di San Fernando , nasceva  una tra le figure più importanti per la musica sudamericana ed in particolare per la formazione ed evoluzione del tango: Adolfo Carabelli.

Pianista  prodigio e geniale esplorò ogni ambito della musica classica guidato dai migliori specialisti del tempo fino a raggiungere livelli di assoluto virtuosismo. All’età di 15 anni venne a Bologna per perfezionarsi nel contrappunto e nella composizione sotto la guida di Ferruccio Bosoni , Alberto D'Erasmo e Luigi Torti . A 20 anni , pianista , Compositore e Direttore d’Orchestra ,aveva davanti a se un  futuro di primo piano come autore e interprete nel Vecchio Mondo ma il sopraggiungere della Grande Guerra lo costrinse a tornare in Argentina.

Nel 1917 incontrò il pianista Lipoff (che era venuto a Buenos Aires per accompagnare la ballerina Anna Pavlova) e dopo questo incontro la sua carriera ebbe una svolta sostanziale: Lipoff portava con sé una vasta conoscenza del jazz, e Carabelli rimase letteralmente abbagliato da questa forma espressiva. Formò un’orchestra  prima con Lipoff  e quindi con il pianista danese Friederickson. Successivamente Adolfo Carabelli applicò tutto il suo sapere classico al ritmo americano e agli arrangiamenti jazz. Nacque così  la sua prima orchestra : Jazz River Band. Dal 1926 assunse la Direzione artistica della Casa discografica Victor e iniziò una interminabile serie di incisioni e di successi .Impegnato sia nella didattica presso il Conservatorio di Buenos Aires che nelle esibizioni dal vivo e nelle registrazioni discografiche contribuì in modo determinante alla formazione di uno stile argentino nella musica da ballo, nobilitando questo genere di musica popolare attraverso le sue performances e le sue orchestrazioni.

Nel 1931 il suo stile era già chiaramente identificato e  riconosciuto come ”Buenos Aires”, e artisti come Federico Scorticati, Ciriaco Ortiz, Luis Petrucelli e Carlos Marcucci al bandoneon, Elvino Vardaro, Manlio Rossi Francia ai violini, il fratello Orlando Carabelli al basso, e lui stesso al pianoforte, direzione d'orchestra e arrangiamento erano garanzia di grandi successi per l’Orquesta Tipica Victor_Carabelli.

Tra i suoi più famosi tanghi orchestrali  non possiamo dimenticare " Mi refugio " (1931), "Cantando" di Simone (1931, con la cantante Mercedes  Simone  e Alberto Gomez duetto), "Felicia" ( 1932), " Por dónde andará " (1932), " Inspiración " (1932), " Mar adentro " (1933), e così via. Si  ricordano anche alcune versioni corali di  tango, musica che in genere viene eseguita in forma puramente strumentale, come "Rodríguez Peña" (1932) e "Thirteen" (1932). Tra i suoi spettacoli di musica internazionale, il fox-trot "Qual è il tuo hobby?" (1931), la rumba " Negra consentida " (1932), il paso doble " Soldadito del amor " (1934) e il cavallo di battaglia di Carlo Buti: " Vivir " (1935).

Nel cinema nazionale ha scritto le colonne sonore dei film "Dalle montagne della valle" (1938, dir:. Ber Ciani), "Ambition" (1939, dir:. Adelqui Millar), "L'Angelo Rag" (1940, dir:. Jose Ferreyra) e "Uccelli senza nido" (1940, dir:. Jose Ferreyra).

Il suo ultimo disco riporta l’etichetta  Victor 38.913, e contiene il fox trot "Pero hay una melena" e il "paso-doble torero" "Manolito Bienvenida".

Disperato per una delusione amorosa si ritirò improvvisamente dalle scene per ritornare nella natia San Fernando.

Completamente lontano dall'arte che tanti successi gli aveva donato , Adolfo Carabelli morirà il 25 gennaio 1947 in totale solitudine. Riscoperto alla fine degli anni ”80 la sua sterminata produzione discografica è oggetto oggi di ristampa digitale.

https://www.youtube.com/watch?v=9dKEZ3C6Ptk&list=RDhTDPajM8K4w&index=2

Foto varie

carabelli16 2Adolfo Carabelli3Adolfo Carabelli4El emigrante1

Contatti
Realizzazione siti web
by TimeforWeb

Cookie